DPI per l’uso della motosega

Per operare con la motosega in sicurezza bisogna adottare anche gli idonei dispositivi di protezione individuali. La legislazione in materia di sicurezza sul lavoro : D.Lgs. 277/91 – D.Lgs. 626/94 – D.Lgs. 475/92 – UNI EN 340:2004. Vengono indicati : 1) Il casco di sicurezza per proteggere la testa da colpi provocati dalla caduta accidentale di rami. Prodotto prevalentemente in materiale plastico, di conseguenza con scadenza variabile dai 3 ai 5 anni, come indicato dai costruttori nei libretti d’uso; 2) Le cuffie o inserti auricolari che proteggono l’udito dall’eccessiva e prolungata esposizione ai rumori. Normalmente le cuffie sono più efficienti degli inserti auricolari ma, lavorando in presenza di basse temperature e se tolte bruscamente, possono causare fastidiosi otiti; 3) La visiera per proteggere gli occhi e il viso dalla proiezione di schegge, trucioli, parti di rami, ecc; 4) I guanti da lavoro servono per riparare le mani ed assorbire parte delle vibrazioni trasmesse dalla motosega. Esistono guanti con un’imbottitura aggiuntiva sul dorso della mano con protezione antitaglio simile a quella dei pantaloni; 5) I pantaloni, le salopette e i gambali con fodere antitaglio proteggono le gambe, dalla caviglia all’inguine ed anche fino alla vita, contro tagli accidentali con la motosega; 6) Le giacche con fodera antitaglio per la protezione degli arti superiori e del busto sono necessarie nei lavori in cui l’operatore porta la motosega al di sopra delle spalle; 7) Le calzature di sicurezza provviste di puntale in acciaio, suola antiscivoli ed eventualmente protezione metacarpale con tessuto antitaglio. Inoltre è molto pericoloso lavorare in bosco indossando orecchini o simili, bracciali e anelli, in quanto impigliandosi potrebbero portare a gravi lacerazioni. [fonte: “la motosega” – Compagnia delle Foreste I manuali]

Comments are closed